VITTORIA FINALE CON ANSIA

  • 13 Maggio 2019
Polisportiva San Mamolo – Francesco Francia  64-63
(12-12; 14-16; 24-16; 14-19)
Polisportiva San Mamolo
Furlanetto (10), Tartarini (4), Romeo (10), Resca Cacciari (2), Tonucci, Dalle Nogare, Raspadori, , Celli, Tomba (4), Stellati (1), Righetti (21), Finocchi A (9), Finocchi L. (3)
All. Sarti
Francesco Francia (50)
Ricci(7), Ballotta(12), Biolchini (9), Vignoli (13), Biscarini,  Giordani, Donatini (7), Marsigli (9), Cardile, Magnani (6)
All. Mazzetti
Vittoria Finale con ansia
A 50 secondi dalla fine del campionato Biolchini  del Francesco Francia dopo essersi scontrato a metà campo involontariamente con un compagno, è caduto sbattendo la testa e rimanendo a terra immobile. Finisce quindi nell’ansia e nella preoccupazione il campionato 2018/2019, con l’attesa dell’ambulanza. Il pronto intervento del nostro capo dello staff medico Romeo ha da subito tranquillizzato i genitori e di questo lo ringraziamo. Le notizie giunte successivamente sono tranquillizzanti per il giocatore e per tutti noi. Sarebbe stato veramente terribile finire il campionato con cattive notizie.
Di fronte a quanto successo, la cronaca della partita passa sicuramente in secondo piano. Ma ci proviamo. Inizio aggressivo dei nostri avversari che si tengono sempre in partita con un gioco molto aggressivo che viene in questa prima parte di partita tollerato dall’arbitro, peraltro equanime per quanto riguarda i fischi. Il gioco aggressivo ci mette in difficoltà perché limita le penetrazioni e ci costringe a tiri a fuori in cui non siamo ancora particolarmente performanti. Allo stesso modo, la scarsa performance a rimbalzo ci limita nel gioco sotto canestro in cui risultiamo spesso inefficaci. Ci tengono legati alla partita la pressione difensiva ed i contropiedi in velocità (in cui si distingue Andrea con un punteggio finale di ben 21 punti di cui la metà nel secondo quarto) ma non troviamo una chiave per vincere. Dopo l’intervallo ecco l’ingresso di una formazione inedita per questa stagione: furla, tarta, romeo ed i gemelli finocchi. La presenza dei gemelli Finocchi sotto canestro in posizione centrale riduce l’aggressività degli avversari e la velocità dei “piccoli” ha aperto nuove possibilità. La scelta di questo nuovo quintetto ci porta ad un terzo quarto vinto con buon margine di 8 punti. Vantaggio che si accresce nell’ultimo quarto per essere poi perso fino ad un margine esiguo prima dell’incidente a Biochini. La partita si chiude qui. Nessuno di noi può sapere cosa sarebbe successo negli ultimi 50 secondi. Vero è che eravamo in grande difficoltà e potenzialmente in pericolo.
Con questo risultato, chiudiamo la stagione in un onorevole quinto posto. Ottimo risultato per una squadra di soli 2002, superati da almeno 3 squadre di soli 2001. Molti sono i rimpianti: la partita di andata con il PGS, persa di un punto dopo una prestazione notevole e con considerevoli occasioni perdute; l’extra time con l’andrea costa A, poi battuta in modo chiaro a Bologna; l’extra-time con il Gira a Bologna, perso per un arbitraggio memorabile. Ma soprattutto le partite perse a Lugo (dove non siamo praticamente scesi in campo e dopo aver vinto a Bologna di 8 punti in scioltezza) e con imola b (dopo aver recuperato un inizio molle e senza costrutto, ed essere passati in vantaggio dimostrando di essere potenzialmente più forti). Con almeno altri 4 punti e soprattutto con la vittoria a Lugo saremmo arrivati quarti, una posizione che potevamo tranquillamente meritare. Quando giochiamo concentrati e uniti, siamo una squadra temibile per tutti. Sui nostri punti deboli (qualche limite sulla varietà di schemi in attacco, l’opposizione al gioco a zona, il tiro da fuori quando pressati, secondo la mia modesta opinione) possiamo lavorare. Da questo come da altri punti possiamo partire per una grande stagione 2019/2020.
Ps.1.  Grazie mille a Seba (e Polo) per il lavoro di quest’anno e per aver cercato di amalgamare una squadra con effettivi che arrivavano da diverse esperienze. Non è facile allenare un “branco”di giovani adolescenti, ma i risultati sono stati obiettivamente ottimi. Grazie mille ai ragazzi per le emozioni che ci hanno fatto provare e per sprazzi di buono se non ottimo basket. Grazie a tutti i genitori per il sostegno e per le ore passate insieme a fare il tifo: incredibile come in realtà dietro all’allegria e alla disponibilità si celasse la  curva più violenta del nord Italia e più multata del basket bolognese..Mah!!!. un grande ringraziamento a Valerio Gasparetto per lo straordinario lavoro condotto quest’anno a tutti i livelli, in campo e fuori. Una grande tranquillità per tutti noi genitori, una sicurezza per i ragazzi.
Ps2: grazie a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggere queste note durante la stagione. Io mi sono divertito a scriverle. Spero sia stato altrettanto divertente leggerle. La scrittura è un tentativo di preservare la memoria. In primo luogo la mia. Buona estate a tutti.